web tracker

Oggi è il: 25/06/2019

Stage di canto – DOO WOP il pianeta di American Graffiti

DOO WOP, IL PIANETA DI AMERICAN GRAFFITI

Stage di canto  

 

a cura di Mario Donatone e Monica Proietti Tuzia

 

dal 23 marzo 2019

 

PROGRAMMA

  • 4 incontri
  • tecniche di “Doo Wop”
  • struttura della canzone classica americana anni ‘50
  • training vocale solistico e corale
CALENDARIO
N.B. Non è necessario partecipare a tutti e quattro gli incontri.
  • 23 marzo
  • 13 aprile
  • 11 maggio
  • 8 giugno

ORARIO 10.00-14.00

ESIBIZIONE FINALE

  •  18 giugno presso il Teatro Golden
 
Nella musica americana degli anni 50, epoca in cui l’industria discografica si rivolgeva per la prima volta ad uno specifico pubblico giovanile, si afferma uno stile vocale chiamato “Doo Wop”. Mischiando jazz, soul e il primo rock’n'roll, canzoni come The great pretender o Ruby Baby sono state la colonna sonora di un’epoca di spensieratezza e di una nuova vitalità, come è ben raccontato da film come “American Graffiti”.

In questo workshop a cura di Mario Donatone e Monica Proietti Tuzia, due didatti con una specifica esperienza internazionale in questo campo, si ripercorrerà questa grande stagione della musica americana costruendo dei brani classici. Il lavoro sarà incentrato sull’interpretazione, la tecnica solistica e sul particolare linguaggio corale del doo wap, uno stile tra i più ricchi di tutta la musica americana.

Dal punto di vista musicale, infatti, questo linguaggio nato nella tradizione popolare dei gruppi vocali rappresenta una sintesi della barber shop music ed il gospel. Questi generi genuinamente americani in cui le voci esprimevano un approccio strumentale sono in grado di dare un colore e un carattere particolarissimi alla musica e che ancora oggi sono alla base delle tecniche corali che ascoltiamo nel pop e non solo.

Per non dimenticare lo scat che aveva già con Louis Armstrong delineato un modo ludico e creativo di imitare con la voce il linguaggio degli strumenti a fiato. In questo workshop si vuole analizzare, attraverso un lavoro pratico su alcuni brani, le peculiarità di questo stile che attraversa tutta la musica americana dagli anni 50 ad oggi. Brani molto più avanti nel tempo come Uptown girl di Billy Joel ad esempio sono in evidente debito con il doo wap mentre un brano come It don t mean a thing di Duke Ellington lo anticipa. E il lavoro sarà centrato sulla costruzione di brani simili, l’analisi degli elementi tecnici ed espressivi di un genere che è alla base di tutta la musica attuale.

MARIO DONATONE è senza dubbio uno dei più apprezzati pianisti e cantanti di blues e jazz in Italia. Musicista versatile e di grande talento, nella sua più che decennale carriera, si è misurato con diversi stili musicali con un approccio moderno e innovativo che non ha mai intaccato l’essenza degli autori. Interprete sanguigno e allo stesso tempo colto, in questo progetto si propone insieme alla intensa e appassionata vocalist Gio’ Bosco con cui condivide da tempo importanti avventure artistiche come World Spirit Orchestra (uno dei punti di riferimento della musica afroamericana a Roma) e come il suo gruppo, il Mario Donatone Trio, attivo da diverso tempo nella scena italiana.

MONICA PROIETTI TUZIA, cantante, corista, insegnante di canto e vocal coach per cantanti, attori e danzatori. Nella sua attività professionale ha partecipato come corista dei “SAT B” di Maria Grazia Fontana in diverse trasmissioni televisive (Telethon, Domenica in, Grande Fratello, Italia sul due) e a teatro nei musical “Actor dei” (Sala Nervi) e “’68 Italian rock musical” (Teatro Furio Camillo, Teatro Greco, Teatro Olimpico). Corista di Angelique Kidjo in occasione del Concerto di Natale 2015 in diretta su Canale 5. Si esibisce da quindici anni in club, locali e rassegne come solista e corista, in formazioni jazz, blues (Alexanderplaz, Big Mama, Villa Celimontana, Auditorium del Massimo), pop e dance, in Italia e all’estero (Australia, Stati Uniti). È la lead voice dei Chain of fools, il tributo italiano alla Regina del Soul, Aretha Franklin. Da circa quindici anni si dedica all’insegnamento del canto con lezioni individuali, collettive ed ensemble vocali.

 

Oltre agli incontri, è prevista l’esibizione dei partecipanti sul prestigioso palco del Teatro Golden, che da sempre sostiene e promuove i migliori progetti didattici e artistici.

Al termine del workshop verrà rilasciato un attestato di partecipazione

Immagine anteprima YouTube
 

marzo 16, 2019 by  
Questo articolo si trova su: Scuola news, Stage

Comments are closed.