web tracker

Oggi è il: 19/01/2019

Stage di recitazione con Jean Paul Denizon “Il corpo fra training e performance”

Dal 29 febbraio al 9 marzo 2016

Stage di recitazione con Jean Paul Denizon “Il corpo fra training e performance”

h 10.00 – 19.00 

Facciamo teatro per dare. Ma cosa dare? Se stessi? Sì… a condizione di essere se stessi un dono. Il dono esiste, ma non sempre la facoltà di dare. Dare non è facile: si deveandare oltre il proprio spessore, le proprie barriere. Bisogna aprire il passaggio. E potremo veramente dare qualcosa il giorno in cui ciò che chiediamo corrisponderà effettivamente a quello che avevamo immaginato. Un attore è veramente libero quando può fare tutto ciò che ha immaginato.

L’espressione in scena dovrebbe essere il risultato dell’equilibrio tra il nostro universo mentale, il nostro mondo affettivo e il nostro corpo, nel rapporto con gli altri. E’ questo equilibrio che dà un senso alle parole, ai gesti, alle emozioni.

Nella vita è facile perché questo equilibrio “si fa” da solo, la nostra coscienza non ha bisogno di intervenire: ad ogni posizione del nostro corpo corrisponde uno “stato d’animo” e per ogni nostro “stato d’animo” il nostro corpo si adegua sempre con il pensiero e con il cuore, in maniera viva, diretta, sia che siamo a nostro agio o che non lo siamo. Denizon fonda il suo modo di portare in scena l’attore sul concetto basilare che si debba creare un’armonia tra corpo, anima e sentimento, senza ricorrere a metodi che imprigionino la performance attoriale all’interno di artificiosi metodi interpretativi. L’equilibrio auspicato si raggiunge solo attraverso una continuo sperimentazioni dell’attore nel mettere in relazione il corpo, il pensiero e il cuore, con lo scopo di poter comprendere le loro interazioni, i rapporti, i limiti e la ricchezza, la varietà d’espressione che derivano dalla loro fusione.

febbraio 2, 2016 by  
Questo articolo si trova su: Scuola news, Stage

Comments are closed.